Un’altra Basilicata è possibile, a condizione che ci sia un “Accorinti” lucano

Pubblicato sulle pagine di PRIMO PIANO del Quotidiano della Basilicata

L’iniziativa  “un’altra Basilicata è possibile”  dopo l’effimero successo grillino lucano e potentino,in particolare, avrà i suoi frutti  solo a condizione  che ci sia un Accorinti lucano.

Un uomo dotato di passione civica e di doti umane di grande umiltà.

Le avanguardie lucane che si sono mosse in questi ultimi anni hanno risentito di tanto snobismo e di tanta boria indotta.

Ho partecipato a tanti appuntamenti mescolato tra il pubblico e la gente comune.

Avvertivo il disagio dei ragazzi e la distanza tra gli organizzatori di tali Kermesse e il loro incessante anelito di libertà.

Libertà dai pesi politici di uomini senza scrupoli vocati al raggiro e alla menzogna, Libertà dalla opprimente partitocrazia lucana.

I movimentisti alla Ola, ragazzi di grande spessore culturale e intellettuale,purtroppo, poco avevano da spartire con il disoccupato diplomato e laureato, fuori tribù, presente alla Kermesse.

Il loro vissuto lucano “marginale e paesano” era distante  anni luce dai giovani ricercatori universitari dell’OLA.

La distanza si misurava sul grado di attenzione e sull’indifferenza di questi giovani.

Niente pathos, nessuna emozione, poca passione, tanta indifferenza, l’Acccorinti lucano ancora non c’è.

Il Comitato di Liberazione stenta a decollare.

Eppure se non ci fosse stata tanta boria intellettuale, forse, le Organizzazioni come la OLA avrebbero inciso tanto sulle popolazioni della Val ‘Agri.

La OLA organizzata all’Accorinti maniera avrebbe fatto  crescere i movimenti e i Comitati civici.

Movimenti e Comitati civici che potevano iniziare  un lungo cammino verso il rispetto delle popolazioni e dei territori stuprati dalle compagnie petrolifere.

Movimenti che avrebbero dovuto imbarazzare  le istituzioni regionali e  i politici di razza, come l’ex Sen Coviello.

Dovevano imbarazzare  tutta la classe dirigente lucana.

Tale prospettiva non poteva  che darci quelle soddisfazioni che da tempo immemorabile ricercavamo con spasmodica attesa.

Tutto ciò non poteva che  farci piacere.

Piacere misto a Orgoglio per le tante denunce e per i tanti dibattiti scaturiti sul nostro Giornale e sui tanti Blog (da Viggiano in poi) che abbiamo animato con tanti duri attacchi al Totem del petrolio.

Doveva crescere consapevolezza e tanta rabbia nelle categorie attive dei cittadini della Val d’Agri vessati da una politica rinunciataria e suddita.

Dovevamo ascolatre il loro disagio e le loro dichiarazioni.

Tutto ci poteva ripagare  dei tanti decennali silenzi assordanti.

Con un Accorinti lucano doveva aumentare  una schiera  di giovani responsabili.

Una schiera che si ingrossava come ” i ruscelli delle inondazioni ” creando una palpabile  “oasi” di vera democrazia.

Con l’Accorinti lucano potevamo  creare  il primo vero Comitato di Liberazione Lucana.

Doveva essere “Vera democrazia”.

Dovevano essere  sconfitti avventurieri e manigoldi vari, oligarchie e privilegi disgustosi.

Poi è successo qualcosa di strano i Sindacati unitari hanno proclamato la loro Giornata di Lotta.

E’ stato un autentico flop.

Sono spariti quasi per incanto i movimenti civici, quelli dei Sindaci e quelli delle categorie sociali (artigiani e imprenditori agricoli)fortemente penalizzati dal Totem nero.

La Lucania della Qualità e della Laicità, del Dialogo e del Confronto che si batte per una politica onesta,  si batte per un uso lecito del potere e  soprattutto, per un’azione dignitosa dell’uomo politico nella  società ha segnato il passo.

Pur tuttavia siamo convinti che nonostante i tanti flop il dibattito animato dai Blog e dal Quotidiano ci impone di guardare avanti.

Ci impone un sacrosanto diritto a sperare.

Sperare in una nuova solidarietà  e in una nuova stagione di diritti e di tolleranze reciproche.

Stagione dei diritti e solidarietà che non devono essere vanificate dalle furbizie di sempre.

Sperare,  finalmente, nel vero rinnovamento con un Accorinti lucano.

Se  Accorinti ha posto al centro del suo governo municipale  la PARTECIPAZIONE  vorrà dire che  ragione e   libertà sono  prodromiche ad  un vivere positivo e reattivo.

Se una  realtà così “movimentata” democraticamente fa prevalere la vera VERITA’ un’altra Basilicata è possibile.

Quella vera Verità che deve essere riconosciuta ad appassionati politici, come Accorinti, che,  da posizioni “quasi isolate” predicava da decenni  dignità, onestà, giustizia sociale  e democrazia.

Ora la sua VERITA’ è stata riconosciuta.

Verità che in Basilicata stenta a decollare in una realtà ingessata,  rassegnata e fatalista.

Una realtà  che vede, ancora sciaguratamente,  un forte  potere politico, una partitocrazia con le sue assurde e incomprensibili regole e filiere, condizionare  le nostre esistenze, anche,  nelle nostre piccole performances quotidiane.

Se siamo riusciti a smuovere acque stagnanti, a creare laboratori e sfogatoi di libertà  possiamo far emergere i tanti Accorinti lucani, dotati di schiena dritta e dignità, di umiltà e di competenza emarginando  e attrezzandoci alla leporace contro  i manigoldi e gli avventurieri di sempre.

mauro.armando.tita@alice.it

74
0

Post Correlati

Lascia una Risposta

Categorie

Instagram

Il mio Paese.
Buona Notte
Il mio Paese. Buona Notte
2 giorni fa
View on Instagram |
1/9
Questa mattina direttamente dal "Salone del Barbiere di fiducia".
📍Museo Arte Sacra Civiltà Contadina
RUVO DEL MONTE
#imestieridiunavolta #ilbarbiere #salonedibellezza
Questa mattina direttamente dal "Salone del Barbiere di fiducia". 📍Museo Arte Sacra Civiltà Contadina RUVO DEL MONTE #imestieridiunavolta #ilbarbiere #salonedibellezza
4 giorni fa
View on Instagram |
2/9
19 Giugno 2022
‼️ corpus domini
L'infiorata lungo il Corso Italia.
Grazie alle volontarie e ai soci per mantenere viva la tradizione.
19 Giugno 2022 ‼️ corpus domini L'infiorata lungo il Corso Italia. Grazie alle volontarie e ai soci per mantenere viva la tradizione.
1 settimana fa
View on Instagram |
3/9
"ngap Ruv"
Buongiorno..
"Questo è il mio paese"
"ngap Ruv"
Buongiorno..
"Questo è il mio paese"
"ngap Ruv"
Buongiorno..
"Questo è il mio paese"
"ngap Ruv"
Buongiorno..
"Questo è il mio paese"
"ngap Ruv" Buongiorno.. "Questo è il mio paese"
2 settimane fa
View on Instagram |
4/9
‼️ La cultura non divide
Il video dei ragazzi della scuola di Ruvo del Monte che hanno girato per il #certamen 
#scuola #cultura #story
‼️ La cultura non divide Il video dei ragazzi della scuola di Ruvo del Monte che hanno girato per il #certamen #scuola #cultura #story
3 settimane fa
View on Instagram |
5/9
Buona Festa della Repubblica.
" il futuro non verrà costruito con la forza, nemmeno con il desiderio di conquista ma, attraverso la paziente applicazione del metodo democratico, lo spirito di consenso costruttivo e il rispetto della libertà " cit.
Buona Festa della Repubblica. " il futuro non verrà costruito con la forza, nemmeno con il desiderio di conquista ma, attraverso la paziente applicazione del metodo democratico, lo spirito di consenso costruttivo e il rispetto della libertà " cit.
4 settimane fa
View on Instagram |
6/9
Prima - Dopo
Ruvo del Monte
Prima - Dopo Ruvo del Monte
4 settimane fa
View on Instagram |
7/9
"Pensai a quanti luoghi ci sono nel mondo che appartengono così a qualcuno, che qualcuno ha nel sangue e nessun altro li sa."
Buongiorno
"Pensai a quanti luoghi ci sono nel mondo che appartengono così a qualcuno, che qualcuno ha nel sangue e nessun altro li sa." Buongiorno
4 settimane fa
View on Instagram |
8/9
Questo è il mio Paese"
Buongiorno.
#piccoliborghi #fare_rete #prolocounpli #basilicataturistica #basilicatabellascoperta
Questo è il mio Paese" Buongiorno. #piccoliborghi #fare_rete #prolocounpli #basilicataturistica #basilicatabellascoperta
1 mese fa
View on Instagram |
9/9

Spot Proloco Ruvo

Archivi

Le nostre Nuove Storie

11
11
11
11
11
11
11
11
11