Quanto ci costa il Commissario Prefettizio?

Come ben sapete il 21 dicembre 2012 la giunta Romano, Sindaco di Ruvo del Monte, è stata sfiduciata, caso unico nella storia di Ruvo del Monte.

Nello stesso giorno S.E. il Prefetto di Potenza, dott. Nunziante, ha nominato come Commissario Prefettizio del Comune di Ruvo del Monte il dott. Francesco Mauceri, oltre al Vice Commissario sig. Arcangelo Valente, con il compito di traghettare il Comune alle nuove elezioni comunali, stabilite per il 26 e 27 maggio.

In paese, sia prima che dopo la caduta della giunta, tante parole sono state sprecate per giustificare questo o quel comportamento, in nome e soltanto per il BENE DEL PAESE.

Molte cassandre ipotizzavano che la venuta del Commissario avrebbe dissanguato le casse comunali a danno dei cittadini ruvesi; quindi sarebbe stato opportuno tenersi qualsiasi amministrazione perchè avrebbe fatto minori danni (naturalmente economici), quelli reali sta alla cittadinanza giudicarli.

Ebbene i fatti non stanno proprio così: la pubblicazione all’Albo Pretorio dei compensi sfata, in maniera inequivocabile, questo parlericcio da bar, che mette in cattiva luce sia chi ha provocato la crisi comunale che il Commissario Prefettizio che di quei compensi (addiritttura si parlava di € 4.000,00 al mese) non ne ha visto neanche la lontana ombra.

Certamente le casse comunali potranno essere dissanguate, speriamo di no, con un atto di pignoramento, sul quale si dovrà esprimere il Tribunale di Melfi (la prossima udienza è fissata il 07 marzo 2013), per circa un milione e quattrocentomila euro, al quale il Comune dovrà far fronte con l’inevitabile aumento di tutte le tariffe per i servizi comunali.

Ecco le cifre:

a) il Commissario Prefettizio percepisce il compenso mensile di € 1.301,47, mentre il Vice Commisario di € 260,29, per un totale di € 1.561,76, oltre il rimborso delle spese di viaggio per una volta a settimana (giorni di presenza in Comune);

b) il compenso mensile del Sindaco e della Giunta Comunale ammontava a circa € 1.700,00, oltre ai  gettoni di presenza degli assessori e dei consiglieri comunali.

Come ben si può capire l’arrivo del Commissario Prefettizio a Ruvo del Monte non ha portato ad alcun aggravio di spesa, anzi, c’è stato un risparmio di quasi 200 euro, oltre ai gettoni di presenza di assessori e consiglieri comunali per le giunte, le commissioni e le sedute del consiglio che non si tengono più.

Vi terremo aggiornanti sugli sviluppi del pignoramento ai danni del Comune.

Ruvo del Monte 04 marzo 2013

Pietro Mira

1.636
0

Post Correlati

Lascia una Risposta

Categorie

Instagram

Spot Proloco Ruvo

Archivi

Le nostre Nuove Storie

11
11
11
11
11
11
11
11
11