La Torre Angioina: precisazioni dell’ex Sindaco Fasano

castello di Ruvo del Monte dall'altoRiceviamo e volentieri pubblichiamo la precisazione che segue da parte dell’ex Sindaco di Ruvo del Monte, negli anni 1999-2009, Giuseppe Domenico Fasano, sulla questione “Torre Angioina”.

“In riferimento all’articolo del 7-1-2013 a firma di Roberto Di Napoli pubblicato sul sito della Pro Loco di Ruvo del Monte dal titolo “La Torre Angioina: una interminabile storia senza lieto fine “,  si precisa quanto segue.

Non traspare dal testo che il finanziamento concesso dalla Regione Basilicata – Dipartimento Attivita’ Produttive al comune di Ruvo del Monte dell’importo di euro 150.000,00, relativo all’acquisizione e messa in sicurezza della Torre Angioina, risale al maggio 2008, a seguito di un progetto preliminare redatto dal comune di Ruvo e presentato alla Comunita’ Montana del Vulture nel luglio 2006, nell’ambito di un bando concorsuale di premialita’ a disegno regionale Mis.II 1 A “Tutela e valorizzazione delle risorse storico-culturali”.

Il Comune ufficialmente viene informato con nota del PIT – Comunita’ Montana del Vulture in data 09-9-2008, tant’e’ che la Giunta con delibera n.112 del 30-10-2008 ne prende atto.

Nel frattempo  il Comune (agosto 2008) aveva gia’richiesto la stima dell’immobile all’Agenzia del Territorio che nel novembre 2008 determina in euro 60.000,00.

Stima alla quale si oppone qualche erede che ritiene possa la Torre essere valutata in euro 120.000,00, valutazione nettamente discordante da quella dell’Agenzia del Territorio che  conferma (12-5-2009) il valore iniziale pari a euro 60.000,00 (vedi Notiziario Ruvese bimestre settembre-ottobre 2009 pag.2-3-4).

Sei mesi che hanno ritardato l’acquisizione al patrimonio pubblico dell’immobile e hanno consentito all’Amministrazione Romano, dopo l’accettazione definitiva di tutti gli eredi, di provvedere con delibera consiliare n.35 del 30-7-2009.

Con richiesta di pubblicare.

Ringraziando, si porgono cordiali saluti.

Giuseppe Domenico Fasano ex Sindaco di Ruvo del Monte (PZ)”

Abbiamo già provveduto ad integrare l’articolo in questione con le precisazioni fornite con dovizia di dettagli, come sempre, dall’ex Sindaco di Ruvo del Monte Giuseppe Domenico Fasano.

E’ nostra volontà raccontare a tutti i fatti così come si sono svolti, perché è cosa giusta e corretta che ognuno sappia le cose così come sono accadute.

Nell’articolo è già stato evidenziato come l’ex Sindaco Fasano si sia adoperato come nessun’altro per tentare di far afferire alla proprietà del Comune di Ruvo del Monte la Torre Angioina, e come solo per un doveroso eccesso di garantismo e precisione, nell’interesse anche economico dei cittadini di Ruvo del Monte, non abbia potuto egli vedere i frutti di tanto encomiabile lavoro.

E’ stato altresì evidenziato come il dilettantismo e l’incompetenza successive abbiano, purtroppo, ad oggi vanificato tanto prezioso lavoro, con altre gravi conseguenze anche economiche.

E’ giusto e doveroso, quindi, evidenziare anche come l’ex Sindaco abbia il merito di aver procurato a Ruvo del Monte questo finanziamento di euro 150.000,00, poi incautamente perduto, prima che qualcun altro ne rivendichi senza diritto la paternità.

Cosa alquanto ambita, soprattutto quando non si ha nulla di cui andar fieri da dare in pasto ai Ruvesi.

L’articolo “La Torre Angioina: una interminabile storia senza lieto fine” sarà sempre disponibile nella Sezione “Rubriche” Categoria “Ricordi” di questo sito.

Ruvo del Monte, 16 gennaio 2013

VAI ALL’ARTICOLO DI ROBERTO DI NAPOLI SULLA TORRE ANGIOINA

154
0

Post Correlati

Lascia una Risposta

Categorie

Instagram

Spot Proloco Ruvo

Archivi

Le nostre Nuove Storie

11
11
11
11
11
11
11
11
11