Il bilancio delle festività in onore di San Rocco e San Donato 2013

La festa è finita ed è già tempo di bilanci; i più pessimisti presagivano  un cospicuo calo delle presenze: così non è stato.

Il Comitato feste di San Rocco e San Donato, nelle persone di Donato Fortunato, Antonio Cristiano, Enrico Silvestre e Nicola Suozzi, in questo di periodo di austerità, ha cercato di mantenere viva la tradizione, consentendo ai residenti, agli emigranti ed agli amanti di Ruvo di godersi una bella vacanza.

Le due processioni, quelle di San Rocco e San Donato sono state seguite da moltissimi fedeli, come gli anni precedenti, la serata finale ha visto Piazza Ungheria riempirsi per il concerto finale affidato ad una cover “Il re degli ignoranti” – tributo ad Adriano Celentano”, interpretato da Maurizio Schweizer, seguito dal cabarettista Marko Tana; alla fine gli splendidi fuochi d’artificio che hanno sancito la fine delle festività.

 

La gente in Piazza Ungheria al concerto finale

Quindi, il bilancio delle festività, considerate le congiunture economiche che stiamo attraversando, non può che essere positivo; doveroso è un grazie al Comitato Feste da parte di tutta la cittadinanza; se a qualcuno la festa non è piaciuta, nel rispetto delle proprie opinioni, ce ne faremo una ragione.

La banda di Calitri per le strade di Ruvo il 18 agosto

Quest’anno non ci sarà la sagra dell’Agnello, così come non c’è stata quella del cavatello, che da tradizione, ormai da otto anni, chiudeva tutte le feste, ma le congiunture e l’indisponibilità di qualche componente della Pro Loco, hanno consigliato il forfait per evitare perdite che l’Associazione non si sarebbe potuta permettere.

Logicamente le critiche sono piovute in quantità industriale, soprattutto da parte di qualche coccodrillo autoesaltato.

Vorremmo solo ricordare che la Pro Loco è stata comunque presente  in queste festività con l’ospitalità presso il Borgo Albergo, la quinta edizione di “Intrecci Musicali”, l’organizzazione della mostra fotografica “Note di Luce” e l’aggiornamento costante del sito internet: forse potrà sembrare poco, soprattutto rispetto alle numerose iniziative degli scorsi anni, oltre cento nell’ultimo decennio, tutte documentate dalle pagine di questo sito, ma bisogna ricordare che l’associazione per lo più si autofinanzia e vive del volontariato di persone che mettono a disposizione il proprio tempo libero, sottratto per lo più alla famiglia, senza alcun compenso e durante tutto l’anno.

Se comunque questa giustificazione non bastasse, allora non ci resta che scusarci: avanti a chi tocca.

Grazie a tutti quanti hanno partecipato attivamente alla buona riuscita delle feste ed un arrivederci al prossimo anno.

Pietro Mira

 

Viale della Repubblica con le bancarelle in allestimento

122
0

Post Correlati

Lascia una Risposta

Categorie

Instagram

Spot Proloco Ruvo

Archivi

Le nostre Nuove Storie

11
11
11
11
11
11
11
11
11