Nova Castelgrande-A.S.D. Rufria 2018 6-3: un Rufria distratto torna a casa a mani vuote

NOVA CASTELGRANDE
1) Penninpede Vito – Cap., 3) Coppola Angelo, 5) Mori Antonio, 6) Ahmad Luca, 8) Coppola Angelo, 10) Federici Federico N. – V. Cap., 12) Graziano Francesco, 14) Muro Michele, 15) Trerotola Patrizio, 94) Ercolani Antonio

A.S.D. RUFRIA 2018
1) Tomasulo Vincenzo, 2) Perfetto Ferdinando, 3) Cantalupo Vito, 4) Mira Raffaele – Cap. , 5) Sanneh Mamadu, 6) Lanza Valentino, 7) Vodola Daniele, 8) Mollica Francesco, 9) Scura Sebastian, 10) Tita Michele 14) Guerra Francesco, 19) Buonomo Mirko – V. Cap.
Allenatore: Ricciuti Michele

Marcatori: 1° tempo (4-1) 2° Federici F. (Nova), 4° Ahmad L. (Nova), 26° Federici F. (Nova), 29° Ercolani A. (Nova), 31° Tita M. (Rufria) – 2° empo (2-2): 3° Ahmad L. (Nova) , 21° Tita M. (Rufria), 28° Ercolani A. (Nova), 29° Guerra F. (Rufria)

Arbitro: sig. Sapienza sezione di Potenza

NOVA CASTELGRANDE
A.S.D. RUFRIA 2018

RISULTATI E CLASSIFICA CAMPIONATO DI SERIE D CALCIO A 5

Non riesce una nuova impresa al Rufria che da quel di Castelgrande esce con una sconfitta, merito soprattutto della distrazione.

Così come l’anno scorso, dove perse i sogni di gloria, fatale risulta il palazzetto di Castelgrande; in un sol colpo perso tutti i progressi fatti, quelli visti sabato scorso quando il Rufria riuscì a battere la capolista Marmo Platano.

Il Rufria parte con Buonomo, Mira, Mollica, Tita e Guerra, il Castelgrande risponde con Penninpede, Ahmad, Coppola, Federici e Trerotola.

Neanche il tempo di fiatare, siamo al 4°, ed il Rufria si trova sotto di due reti, entrambi su ripalli, la prima la firma Federci che fa rotolare la palla sotto la pancia di Buonomo la seconda Ahmad: tutto è già inesorabilmente in discesa.

Il Rufria tenta di attacare il Castelgrande, che non disdegna qualche contrattacco, riesce a difendersi senza troppi patemi d’anima.

Dopo una lunga fase di stanca, il Rufria potrebbe riaprire la partica, Tita viene atterrato e rigore assegnato, ma il capitano Mira si fa ipnotizzare da Pennimpede; ed allora la dura legge del calcio inesorabilmente si fa sentire: goal mancato, goal subito, anzi due goal subiti, con il Castelgrande che dal 26° al 29° porta a quattro il bottino mettendo definitivamente in ghiaccio la partita.

Il Rufria al 31° riesce a rendere meno amara la prima frazione di gioco con Tita lanciato in contropiede.

Ci si attende una reazione del Rufria che però tarda ad arrivare, anzi è nuovamente il Castelgrande al 3° a portare il bottino a 5 con Ahmad.

Partita che, a questo punto, non ha più nulla da dire, con Tita che segna la sua doppietta, il Castelgrande che si porta a 6 al 28° e con Guerra, per il Rufria, che allo scadere, su tiro libero, fissa definitivamente il risultato sul 6-3.

Oggi il Rufria non è stato mai in partita, in un incontro molto strano dove gli episodi hanno contato in modo determinante, ma la vittoria del Castelgrande è ampiamente meritata.

Il campionato è lungo, certamente il Rufria avrà tempo di rifarsi, magari eliminando e limando al massimo errori davvero grossolani.

Ottimo l’arbitraggio del sig. Sapienza.

GALLERIA FOTOGRAFICA

299
0

Post Correlati

Categorie

Instagram

Spot Proloco Ruvo

Archivi

Le nostre Nuove Storie

11
11
11
11
11
11
11
11
11