Muore Bianca, il cane bandista

C’era una figura caratteristica che da circa sette anni era presente in tutte le manifestazioni e gli eventi più importanti che si tenevano nel nostro piccolo paese: si trattava di una cagna randagia da tutti chiamata “Bianca” per il colore del suo pelo, ma meglio nota come “Il Cane Bandista”.

Questo nome le era stato attribuito dai cittadini ruvesi per l’abitudine che Bianca aveva di presenziare ad ogni manifestazione musicale o esibizione di banda che si tenesse a Ruvo del Monte, immedesimandosi a tal punto che anch’essa si metteva rigorosamente in fila o in colonna, secondo quella che era la disposizione dei musicisti, sfilando in corteo assieme ai componenti del sodalizio musicale.

La ritrovavamo poi sempre in prima fila durante qualche concerto a godersi lo spettacolo delle sette note, da profonda ed attenta conoscitrice delle combinazioni del pentagramma, non disdegnando, da protagonista in genere del mondo dello spettacolo e della vita mondana ruvese, di mettersi in posa davanti all’obiettivo della macchina fotografica quando ne avesse la possibilità, rendendosi partecipe di tutti gli eventi che accadevano qui a Ruvo del Monte e rimanendo immortalata come testimonianza ai posteri.

Anche nel corso delle manifestazioni musicali e festività di questa estate che sta ormai volgendo al termine, Bianca è stata la protagonista assoluta di ogni scatto fotografico e di ogni ripresa che avesse immortalato quegli eventi, nei quali la protagonista era la musica.

Bianca era una cagna mite, mai aggressiva, ben voluta da tutti, i quali provvedevano volentieri al suo sostentamento come fosse l’amico fedele di ogni ruvese.

Bianca ora non c’è più: è stata investita da un’automobile e non ce l’ha fatta a sopravvivere alle ferite provocate dall’impatto.

In questa storia, se proprio vogliamo trovarci un messaggio rivolto a tutti noi, la morale che Bianca ci ha insegnato è quella di apprezzare le cose belle ed importanti, senza perdere tempo dietro a cose futili e senza senso.

Ma, presi come siamo dal “logorìo della vita moderna”, ci vuole proprio l’innocenza e la semplicità di un cane randagio per farcelo capire.

Addio, Bianca: la gente di Ruvo ti ricorderà sempre con simpatia e con affetto; da oggi in poi ogni passaggio di una banda musicale o di un gruppo folk per le vie del paese non sarà più lo stesso senza di te.

Mancherai molto a tutti noi: la semplicità, l’umiltà, la fedeltà, la sincerità e l’affettuosità di un mite animale randagio sono qualità che oggi vengono apprezzate a Ruvo del Monte molto di più e saranno ricordate certamente con più piacere che non certe figure di esseri umani.

Ruvo del Monte, 01 settembre 2011

 

Le foto di Bianca
(cliccare sulla foto o sulla scritta per ingrandire)


Anno 2005
Trasporto San Rocco

Anno 2006
Festa ALAL

Anno 2007
Giochi Popolari

Anno 2007
Giochi Popolari

Anno 2008
Giochi Popolari

Anno 2009
Matrimonio Lillo-Annunziata

Anno 2009
Giochi Popolari

Anno 2010
Sagra dell’Agnello

Anno 2010
Fes.T.A.

Anno 2010
Gara di ballo

Anno 2010
Gara di ballo

Anno 2010
Serata multietnica

Anno 2011
Sfilata dei Briganti

Anno 2011
Sagra del Cavatello

Anno 2011
Sagra dell’Agnello

Anno 2011
Sagra dell’Agnello
In fila per un piatto

Anno 2011
Sagra dell’Agnello
Il meritato premio

Anno 2012
Caffè-Concerto Arpa-Violoncello
215
0

Post Correlati

Lascia una Risposta

Categorie

Instagram

Spot Proloco Ruvo

Archivi

Le nostre Nuove Storie

11
11
11
11
11
11
11
11
11