Acerenza – A.S.D. Ruvo 1-1 (2012-2013)

Ruvo tutta grinta esce indenne da Acerenza
Servizio di Giovanni Grieco
Foto Pietro Mira

ACERENZA: Calzaretta N., Galantucci R., Restaino D., Cillis M., Bonavoglia M., Graziuso G., Troiano S., Restaino C., Di Bitondo O. (26° s.t. – Monetta F.), Marcogiuseppe D., Manna A. (4° s.t. – Moscato F.)

A disposizione: Nardozza G., Santarsiere M., Cancellara M., Marra D.

Allenatore: Restaino M.

A.S.D. Ruvo: Zoppi G., Scura C., Pepe L. (31° s.t. Sperduto M.), Giglio L., Coppola M., Tita G., Grieco V., Petullo G., Graziano R., Graziano P., Coppola A.

A disposizione: Giannini V. e Ramundo P.

Arbitro: Gianpio Arcomano (sezione di Moliterno)

Ammoniti: Calzaretta N., Cillis M. e Graziuso G. (Acerenza), Zoppi G., Giglio L. e Grieco V. (Ruvo)

Reti: p.t. al 10° Pepe L. (Ruvo), s.t. al 17° Cillis M. (Acerenza)

La cronaca

Prima di commentare la partita odierna vorrei fare un applauso personale al n. 18 dell’Acerenza, Moscato.

Il perchè? Presto detto: avvicinatosi alla nostra dirigenza riunita sul campo in attesa del fischio iniziale, in maniera EDUCATA, SIGNORILE E ONOREVOLE ha voluto ringraziare Piero Mira e Roberto Di Napoli, autori di un precedente articolo (quando  ancora vestiva la maglia del Cancellara) e “rei” di averlo lodato per la prestazione sportiva.

Gran gesto, lasciatemelo dire, anche per far capire a tanti, che hanno “infangato” il nome della dirigenza del Ruvo negli anni addietro, come ci si comporta.

Passando al campo, il Ruvo cerca di invertire il trand negativo su un campo tanto difficile quanto bello, visto che il sintetico e la struttura che ci ospitano nulla hanno a che vedere con queste categorie.

Dopo dieci minuti di studio, il Ruvo passa: da azione di calcio d’angolo, traversone teso di Graziano P. e stacco alla Mark Hateley di Pepe che incorna sotto l’incrocio.

Di qui in poi, comincia una partita di sofferenza pura: già al quarto d’ora grande conclusione da fuori di Marcogiuseppe che si stampa sul palo.

Un minuto dopo, bel contropiede del Ruvo: uno due Graziano R.-Tita G., con quest’ultimo che si presenta solo davanti al portiere avversario, ma defilato non riesce a trovare la porta.

Dal ventesimo, monologo  dell’Acerenza sempre con Marcogiuseppe pericoloso: prima grande parata di Zoppi su di un tiro, a dire il vero, centrale; poi, ancora un legno clamoroso, con un fendente scagliato da 25 metri; infine, dopo uno scambio breve con Cillis, ancora Marcogiuseppe non trova di poco la porta, con la palla che lambisce il palo e termina sul fondo.

L’ultima azione pericolosa è, però, di Di Bitondo che di testa, da solo e sugli sviluppi di un calcio d’angolo, mette alto.

Il secondo tempo sembra una recita del primo: sempre l’Acerenza in avanti e il Ruvo che cerca di dare fastidio in contropiede.

Al decimo, il nuovo entrato, e già citato Moscato, scaglia un violento tiro dal limite con la palla che sembra destinata in fondo al sacco; sulla traiettoria, però, c’è ancora Pepe che scaccia via palla e pericolo.

Al 17° nessuno può nulla contro il tiro di Cillis che da 25 metri trova la traiettoria giusta che beffa Zoppi e il Ruvo: è il meritato pareggio.

Tuttavia, il numero 1 rossoblu, da quell’istante, diventa una saracinesca insuperabile: prima miracoleggia sempre su Marcogiuseppe che da pochi passi si vede respingere un gol che sembrava fatto; pochi minuti dopo, devia in angolo e a volo d’angelo un gran diagonale di Moscato.

I titoli di coda regalano ancora qualche emozione: prima un gol annullato a Monetta per una chiara posizione di fuorigioco; infine, allo scoccare del 45°, gran bordata da fuori di Troiano che fa la barba al palo e per fortuna nostra termina fuori.

Con tutta sincerità, c’è da dire che l’Acerenza avrebbe meritato qualcosa in più, anche se il Ruvo nulla ha “rubato”, anzi ha tenuto bene il campo ed è stato concentrato e unito per portare a casa un risultato che, oltre a muovere la classifica, fa anche morale e gruppo.

Domenica si ritorna tra le mura amiche contro il più che quotato Palazzo: speriamo che Dio ce la mandi buona…. Forza Ruvo.

Ah dimenticavo; anche se non faccio più le pagelle, una menzione particolare a Giovanni Zoppi che ci ha salvato in più di un’occasione.

Direi che un 8 possa andar bene…

 

Le immagini della gara
(cliccare sulla foto o sulla scritta per ingrandire)


A.S.D. Ruvo

Acerenza

L’arbitro: sig. Arcomano

L’entrata in campo

La scelta del campo

Il saluto tra gli atleti

Inizia l’incontro

Attacco dell’Acerenza

Infortunio a centro campo

Gioco fermo

La panchina del Ruvo

Bonavoglia a bordo campo

Pepe inzucca per il vantaggio

Gioco fermo

Azione di gioco

Giuseppe Scura
mascotta del Ruvo

Cambio nell’Acerenza: entra
Moscato per Manna

Infortunio a Di Bitondo
153
0

Post Correlati

Lascia una Risposta

Categorie

Spot Proloco Ruvo

Archivi

Le nostre Nuove Storie