L’11 agosto a Ruvo del Monte

Lentamente, lentamente, Ruvo del Monte si avvicina a San Donato che tutte le feste porterà via, proprio come l’Epifania; lo abbiamo sempre detto il 18 agosto rappresenta, per i ruvesi, il proprio capodanno.

La gente affolla le strade, i più giurerebbero molto più numerosa degli anni scorsi, ma si sa, come ogni anno, di questi periodi, impazza il toto-turista, cioè si scommette se i vacanzieri sono di più o meno delle passate stagioni, ma non si hanno dati certi e quindi questo strano gioco tra i + ed i – continua, con nessuno che si senta sconfitto o vincitore.

Nel campetto di calcetto in Via Falcone, ha aperto il sipario il torneo di Street Soccer, che dovrebbe avere il suo epilogo il 12 agosto; il campetto rimane a disposizione la mattinata per chi non è iscritto al torneo e volesse sgranchirsi un pochino le gambe.

Il campetto di STREET SOCCER

A patire dalle 17.30, sulla scia della rievocazione dell’assalto dei briganti a Ruvo del Monte, tra Viale della Repubblica e Piazza Ungheria, c’è stata la rappresentazione del calendario dei lavori agricoli sul tema “dal chicco di grano al pane” accompagnata dal gruppo folk di San Fele.

Una manifestazione molto partecipata dalla popolazione con tanti figuranti orgogliosi di potersi mettere in mostra per qualche ora e ravvivare nella mente dei più giovani un ricordo, non tanto lontano, ma dimenticato, di come i nostri nonni praticavano l’agricoltura con mezzi, oggi difiniti, rudimentali.

Non solo sull’agricoltura si è concetrata la rappresentazione ma anche sulle usanze di in tempo; una bella manifestazione, molto apprezzata, organizzata dall’Amministrazione Comunale con la collaborazione di Lucia Cefola e Peppino Santomenna.

Oggi, 12 agosto, serata etnomusicale in concomitanza con la quattordicesima sagra dei cavatelli.

Buon divertimento

Galleria fotografica della giornata dedicata all’antica agricoltura

410
0

Categorie

Spot Proloco Ruvo

Archivi

Le nostre Nuove Storie