Che la festa abbia inizio: notte di San Lorenzo, Ruvo del Monte accende i motori

Nel giorno di San Lorenzo, quando tutti volgono gli occhi in alto per strappare un desiderio al cielo, con la speranza di vedere una stella cadente, Ruvo del Monte accende i motori per avviare il cammino festivo che porta al giorno di San Donato (18 agosto).

Primo giorno con le luminarie accese, come una festa patronale che si rispetti, con i vacanzieri in arrivo che si riversano in strada per trovare un pò di refrigerio a questo caldo africano.

Le luminarie su Corso Italia

La gente si saluta per strada, molti dei quali si erano dati appuntamento un anno fa, il Comitato Feste gira vorticosamente per i contributi e per la vendita dei biglietti, cercando di racimolare quel che basta per rientrare nelle spese; insomma nè più e nè meno come negli anni passati, in attesa del capodanno ruvese, cioè, come detto prima, del giorno di San Donato.

Il 10 agosto è anche l’anniversaio, il 158°, dell’assalto dei briganti a Ruvo e, come negli ultimi anni, c’è stata la drammatizzazione dell’evento in Piazza Bologna.

Galleria fotografica drammatizzazione evento del 10 agosto 1861

La serata si è chiusa con lo spettacolo folk con “Orchestra del Cuore” di Silvestro Folk.

Insomma un inizio che ben fa sperare per il prosieguo.

A tutti un agurio di godersi al meglio queste feste.

L’Orchestra del Cuore di Silvestro Folk
477
0

Post Correlati

Categorie

Spot Proloco Ruvo

Archivi

Le nostre Nuove Storie