Il delirio di “Anonymous”

Qualche “buontempone” ci ha voluto attenzionare con una lettera anonima piena di complimenti, sfidandoci a pubblicare la sua lettera sul sito.

Subito accontentato, anche se è quello che voleva, ma ci offre la possibilità di fare una seria riflessione su cosa sta diventando Ruvo del Monte.

Sulle offese personali non posso rispondere ad un “fantasma”: a proposito dello sparlare, per me conta solo quello che una persona riesce a dire in faccia, tutto il resto sono chiacchiere che il vento porta via, come questa tua lettera.

Se qualcuno se ne deve andare da Ruvo del Monte certamente non siamo noi che abbiamo dedicato i migliori anni della nostra vita all’associazionismo, rendendo meno amara la vita di questo paese (per rinfrescarti la memoria puoi visitare il sito nelle sezioni delle iniziative e del calcio), sottraendo tempo alle nostre famiglie ed a noi stessi e gratuitamente, anzi rimettendoci il più delle volte.

Il Borgo-Albergo, probabilmente, fanno bene a non aggiustarlo, almeno per te, così lo si potrà utilizzare per scopi più nobili e forse più remunerativi.

Infine, sei autorizzato a non visitare il sito e leggere le panzane pubblicate, ma almeno abbi rispetto per quel milione di visitatori che da dodici anni ci segue ed apprezza il nostro lavoro e quello dell’Associazione che, stai tranquillo, non morirà, nonostante il tuo odio: ricordati che tra chi odia e chi viene odiato a star male è sempre il primo.

Spero che la risposta te la possano dare i nostri visitatori.

Pietro Mira

L’assemblea della Pro Loco, riunita il 02 marzo 2012, ha deciso all’unanimità di cancellare alcuni commenti sull’articolo a causa della violenza verbale degli stessi.

Nel caso si ripetessero questi spiacevoli episodi si provvederà a inibire totalmente la possibilità di commentare l’articolo sul sito internet, resterà la facoltà del commento sulla pagina facebook.

LA LETTERA ANONIMA

112
0

Post Correlati

Lascia una Risposta

Categorie

Instagram

Spot Proloco Ruvo

Archivi

Le nostre Nuove Storie

11
11
11
11
11
11
11
11
11