Il Concerto di Chitarra Classica del Maestro Donato Rigillo

Grazie all’impegno della Proloco di Ruvo del Monte e con il beneplacito della Parrocchia S. Maria Assunta, è stato possibile organizzare ed accogliere, in meno di una settimana, una tappa del concerto “Las Cuerdas de l’Alma” del maestro Donato Rigillo.

Nella Chiesa Madre del paesino lucano, si è infatti tenuto, sabato 24 febbraio alle ore 19.00, un concerto di chitarra classica che spaziava dal repertorio sudamericano a quello spagnolo accompagnato dalla lettura di passi scelti di Pablo Neruda e Garcia Lorca a cura di Rossana Atzori.

Il maestro ha esordito con una magistrale esecuzione di “Julia Florida” di A.M. Barrios che con le sue note suadenti ha aperto la strada all’esecuzione di brani come il “Choros n°1” di H. Villa-Lobos riportandoci sulle melodie dei musicisti ambulanti brasiliani, o di pezzi virtuosistici come “L’allegro – La Catedral” di Barrios.

Particolarmente apprezzato ed applaudito dal pubblico il brano “Recuerdos de l’Alhambra” di F. Tàrrega, del quale ha stupito l’utilizzo di una particolare tecnica grazie alla quale sembra possibile sentire suonare insieme alla chitarra un mandolino sulle note del canto. L’iter nel sound latino-ispanico si è, poi, chiuso con il coinvolgente “Tango en Skai” di R. Dyens arrangiato dal maestro, che ha voluto inserire nel suo programma questo brano del musicista francese perché ben si sposa con gli autori sudamericani dai quali trae ispirazione.

E’ così che il maestro Rigillo ha fatto sì che due cuori, quello classico e quello latino, bruciassero all’unisono, uno dell’altro, uno con l’altro e dalle loro ceneri risorgesse come una fenice la passione per la musica vera, quella del cuore, quella dell’anima.

Con questo recital, intitolato per l’appunto “LAS CUERDAS DE L’ALMA” il maestro si propone di promuovere la chitarra classica come strumento solistico, visto nel suo ambito più alto, ma soprattutto passionale fondendo l’apollineo col dionisiaco in uno spettacolare concerto che sta portando in tournèe attraverso la Lucania ed anche oltre. Queste le ultime date dei concerti:

– il 10.02.07 a Rionero in Vulture, per l’Associazione Culturale “Suggèsto”;

– l’11.02.07 a Potenza, per l’Accademia Musicale Lucana;

– il 17.02.07 a Monteverde, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale di Monteverde;

fino a giungere alla meravigliosa serata musicale in Ruvo, proseguendo poi con le prossime date:

Rapone, Forenza (17 marzo), Spinazzola (18 marzo) e Banzi.

Insomma il vero segreto del successo di questo concerto sta nel fatto che oggi più che mai si ha bisogno e necessità della vera musica, per suonare quella magia, quell’armonia che, in un mondo come il nostro, non si riesce a vivere.

Se, infatti, è vero quel che già diceva Oscar Wilde ai suoi tempi: “esistono tanti Amleto, quante malinconie” al giorno d’oggi ognuno di noi ha un Amleto nascosto nel cuore, perciò potremmo affermare che “la nostra anima è prigioniera e ha bisogno della musica per curare la sua malinconia”.

Un particolare ringraziamento a Pietro Mira e Don Gerardo per la loro disponibilità e il loro impegno.

Rossana Atzori, 24.02.07

Le foto del Concerto
(Pietro Mira)
{morfeo 147}

131
0

Post Correlati

Lascia una Risposta

Categorie

Instagram

Spot Proloco Ruvo

Archivi

Le nostre Nuove Storie

11
11
11
11
11
11
11
11
11