A.S.D. Ruvo – Ruoti 1-3 (2011-2012)

Ruvo-Ruoti 31/03/2012Mission Impossible

Servizio di Roberto Di Napoli

A.S.D. RUVO: Rosamilia, Marino (nel s.t. Annunziata), Masini (nel s.t. Tomasulo), Turri, Coppola, Zarrilli, Giglio, Petullo (Cap.), Santoro, Graziano, Capasso. A disposizione: Tartaglia.
Allenatore: Grieco G.

 

 

S.C. RUOTI: Perillo, Carlucci, Tolve, Nardiello, Sapienza, Santagata, Salinardi A., Sofia (nel p.t. Salinardi R.), Paterna, Diana (nel s.t. Spadola), Damiano(Cap.). A disposizione: Genovese, Scavone, De Carlo, Maitilasso.
Allenatore: Santagata G.

Ruvo-Ruoti 31/03/3012

IL RUVO

AMMONITI: Zarrilli e Giglio (Ruvo), Tolve e Diana (Ruoti)

ARBITRO: sig. Fornelli Michele (Sez. di Venosa)

Fornelli Michele

L’ARBITRO SIG. MICHELE FORNELLI

RETI: nel p.t. al 30° Santoro (Ruvo); nel s.t. al 17° Salinardi, al 31° Damiano, al 40° Paterna (Ruoti).

Ruoti

IL RUOTI

LA CRONACA.

Missione impossibile quella odierna del Ruvo contro un lanciatissimo Ruoti, che, accompagnato da numerosi tifosi al seguito, sbanca il San Nicola e corre verso i play off per la promozione alla categoria superiore.

Se non fosse stato per un disastroso inizio di campionato, l’undici del Presidente Paterna avrebbe oggi potuto essere ancora più in alto in classifica.

Quella vista oggi a Ruvo del Monte è senz’altro una delle migliori squadre del campionato, la più in forma del momento, guidata dall’esperto Santagata, e che presenta in avanti un trio delle meraviglie di tutto rispetto, quali gli infallibili bomber Paterna e Damiano, ed il faro di centrocampo Diana, tutta gente di livello e categoria superiore.

E’ piaciuto molto anche il n.7 Salinardi, un giovane veloce e tecnicamente molto dotato, del quale sicuramente si sentirà parlare in futuro. Giù il cappello, quindi, all’undici giallo-blu.

Dall’altro lato un Ruvo assetato di punti, seppur rimaneggiato, ha giocato alla pari per almeno un tempo e mezzo, meritando il vantaggio che era riuscito a conquistare, ma poi, subìto il pareggio a metà ripresa, ha dovuto soccombere alla differenza di tasso tecnico che si è evidenziata soprattutto nel finale di gara.

Il cammino per l’undici di mister Grieco si fa sempre più in salita e, salvo un’inversione di rotta e di buonasorte, si fa sempre più concreto lo spauracchio play out.

Ma non tutto è perduto: tra scontri diretti da giocare in casa e risultati concomitanti il Ruvo, se ritrova lo spirito e la grinta giusta, potrebbe ancora conquistare la salvezza diretta.

Sotto un bel sole primaverile, ma con il terreno di gioco lambito da un fastidioso venticello fresco, le due squadre cominciano la gara molto guardinghe, con le due difese che non corrono pericoli particolari per una buona mezz’ora.

Fanno eccezione un’ottima giocata del n.7 ruotese Salinardi che, al 3° minuto, si libera bene in area da destra e tira, con Rosamilia pronto alla parata, ed una velenosa punizione di Masini al 19°che, da sinistra, tira teso e di precisione sul primo incrocio, con Perillo che smanaccia con il pugno.

Dopo alcuni pericolosi lanci o tiri piazzati molto pericolosi da sinistra da parte del solito Masini, al 30° il Ruvo passa.

Questa volta, sempre da sinistra, Masini batte un calcio d’angolo molto teso al centro dell’area; la difesa ospite si aspetta un taglio sul primo palo e si dimentica di Santoro che, sul secondo palo, mette in rete di testa per il provvisorio 1-0.

Ruvo-Ruoti 31/03/2012 Rete di Santoro

SANTORO APPOSTATO SUL SECONDO PALO METTE DI TESTA IN RETE PER IL PROVVISORIO 1-0 PER IL RUVO

Il Ruoti, sino ad allora apparso molto svogliato ed alquanto impreciso nei passaggi, si sveglia e comincia a tambureggiare soprattutto dal lato del n.11 Damiano, costruendo una pericolosissima azione per pareggiare al 39°, allorquando sempre da sinistra giunge palla a centro area al liberissimo n.7 Salinardi che calcia a volo in diagonale rasoterra, e solo un miracolo di Rosamilia impedisce alla palla di terminare la sua corsa nella rete.

Il Ruvo non sta a guardare ed al 44° potrebbe addirittura raddoppiare: da Santoro a Graziano a destra e palla messa velocemente sul primo palo dove è appostato Capasso, la cui conclusione, però, sfiora il montante e termina fuori.

Nel secondo tempo ci si attende il forcing ruotese, ma la gara comincia sulla falsariga del primo tempo, sino a quando gli ospiti trovano il pari al 17°.

L’onnipresente Damiano da sinistra mette al centro, dove il n.7 Salinardi si inserisce tra portiere e difensore e mette con forza in rete il pallone dell’1 a 1.

Il pari ospite per il Ruvo è una vera e propria mazzata, mentre gli ospiti cominciano seriamente a pensare di conquistare il bottino pieno.

Il Ruoti prende l’iniziativa della gara, anche se la difesa di casa non corre seri pericoli, sino a quando un numero di alta classe di Damiano non rompe l’equilibrio.

E’ il 31° della ripresa quando dal calcio d’angolo da destra il n.7 Salinardi appoggia al vicino Damiano, il quale si produce in tre dribbling consecutivi, si porta a centro area quasi al limite della stessa e con precisione chirurgica mette il pallone nell’angolo opposto dove Rosamilia non può arrivare, portando in vantaggio il Ruoti.

Il Ruvo cerca nei minuti finali di raddrizzare il risultato, ma l’attenta difesa ruotese non concede nulla; il calo fisico dei padroni di casa ed il maggior tasso tecnico degli ospiti fanno il resto, ed alla fine, in contropiede, il Ruoti mette definitivamente al sicuro il risultato.

E’ il 40° quando (manco a dirlo) Damiano viene lanciato in contropiede sulla sinistra, entra in area, attende l’arrivo di un compagno che trova nell’accorrente Paterna il quale, puntualmente servito sul primo palo, non lascia scampo a Rosamilia per il definitivo 1-3.

La gara è ormai chiusa e gli ultimi minuti non incidono più sull’esito della stessa.

Da segnalare un bell’episodio di sportività, che è raro vedere ultimamente sui campi di calcio: al 90° mister Grieco fa entrare in campo Tomasulo al posto di Masini, che, individuato evidentemente dai numerosi tifosi del Ruoti come il migliore in campo della sua squadra, uscendo dal campo viene fatto oggetto da questi di un grande e convinto applauso.

Davvero un gesto encomiabile, che ripaga di tante cafonaggini ed insulti gratuti che settimanalmente si è costretti a sentire sui campi di calcio lucani.

La partita si conclude, e questa volta sono i tifosi del Ruvo che, con grande sportività, si uniscono a quelli ospiti per tributare ai vincitori un meritato e convinto applauso.

Questo a dimostrare che qualunque cosa si possa dire da parte di chi non ha, evidentemente, la coscienza pulita, il pubblico di Ruvo del Monte sa riconoscere sportivamente i meriti dei vincitori ed ammettere una meritata sconfitta.

La direzione di gara del sig. Fornelli è stata semplicemente impeccabile , ed anch’egli ha avuto gli apprezzamenti dei tifosi ruvesi, nonostante la sconfitta.

La gara, nonostante l’importanza della posta in palio, è stata estremamente corretta, in campo e sugli spalti.

Intelligendi pauca…

Il campionato riprende domenica 15 aprile ancora in casa contro l’Abriola: una gara da vincere a tutti i costi.

Buona Pasqua a tutti.

 

LE IMMAGINI DELL’INCONTRO
(a cura di Piero Mira)

{morfeo 74}

258
0

Post Correlati

Lascia una Risposta

Categorie

Instagram

Spot Proloco Ruvo

Archivi

Le nostre Nuove Storie

11
11
11
11
11
11
11
11
11