A.S.D. Ruvo – S. Angelo 1-0 (2012-2013)

Il Ruvo torna alla vittoria
ma non evita l’ultima posizione

Servizio di Giovanni GRIECO
Foto di Pietro MIRA

Le formazioni:

A.S.D. RUVO: Zoppi G., Pietragalla M., Tomasulo E., Rizzo G. I., Coppola M., Giglio L., Spadola D., Petullo G., Verrastro V., Graziano P., Scura C.

A disposizione: Sperduto M., Pepe L., Graziano R.

Allenatore: Grieco G.

U.S. S. ANGELO: Caterini B., Nella G., Pietrafesa A., D’Andrea E., Sabia L., Lucia D., Sabia D., D’Andrea R., Monaco L., Aiuola M., Nardozza P.

A disposizione: Lucia P., Bochicchio A.

Allenatore: Sabia S.

Ammoniti: Pietragalla M., Spadola D. e Verrastro V. (Ruvo), Caterini B., Sabia L., Lucia D. e Nardozza P. (S. Angelo)

ARBITRO: Sig. Angelo Macchia (Sezione di Moliterno)

Rete: s.t. all’8° Giglio L.

 

La Cronaca

FINALMENTE!!!

Dopo tempo immemore il Ruvo ritrova la via della vittoria ed accorcia una classifica pessima fino alla settimana scorsa, ma che ora risveglia la speranza di una salvezza pur sempre complicata.

La partita di oggi, alla vigilia, era stata da tutti etichettata come la fatidica ultima spiaggia, in cui ci si attendeva, almeno, una dimostrazione di orgoglio: la squadra, oltre quello, ha fatto vedere anche un gioco discreto e ha messo in campo quella voglia di vincere che era sopita da troppo tempo.

Il primo tempo si apre subito con il Ruvo alla ricerca del gol: all’8° grandissima chance per Petullo che da pochi passi non riesce nell’impatto felice e la palla termina incredibilmente ad un palmo dal palo sinistro della porta avversaria.

Di qui in poi il Ruvo, però, sembra ripercorrere il film delle scorse settimane: sofferenza e non gioco, anche se il S.Angelo non è pericoloso se non in due circostanze con un tiro a lato di Nardozza e con un’azione in verticale che si conclude con un tiro pericoloso e a fil di palo del capitano Sabia.

Le due squadre vanno così negli spogliatoi sul risultato di parità che ben rispecchia l’andamento del match fin lì.

L’arma in più è mister Grieco: incoraggia i suoi ragazzi e li sprona a dare di più.

E il Ruvo, nel secondo tempo, sembra una squadra trasformata: già dopo 3 minuti di gioco un’azione personale porta Scura al cross: la palla, deviata da un avversario ospite, si avvia nel sacco avversario, ma un colpo di reni strepitoso del portiere ospite nega all’undici locale il gol del vantaggio.

Dopo due minuti, Giglio fa le prove del gol con un bel diagonale che finisce di poco a lato.

E’ il preludio del gol che arriva puntuale all’8°: verticalizzazione per bomber Verrastro che non dimenticandosi il suo “antico” fiuto per il gol, gira sul secondo palo; la palla batte sul palo interno e ritorna in gioco proprio là dove è appostato Giglio che da pochi passi non può che depositare in rete la palla della vittoria.

Al quarto d’ora Ruvo vicino al raddoppio: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, la palla arriva a Graziano che tira di prima intenzione di sinistro; la palla, deviata, termina però lemme lemme tra le braccia di Caterini.

Alla mezz’ora altra ghiotta occasione per chiudere il conto con Verrastro che batte una punizione precisa che fa la barba al palo.

Al 41° il rischio beffa: la palla del pareggio capita sulla testa di Monaco che anticipa Zoppi ma non riesce, per nostra fortuna, a trovare lo specchio della porta.

Giustamente la partita termina così, con una vittoria che oltre la classifica, “aggiusta” anche il morale dell’11 ruvese, in attesa della contro-prova di sabato prossimo in un ulteriore scontro diretto nella lotta salvezza sul difficile campo del Pescopagano.

Ultima chicca di carattere personale: dopo essere stato duro e, a volte, troppo critico, voglio fare a tutti un applauso per lo spirito odierno; così facendo, potremmo toglierci ancora molte soddisfazioni.

Forza Ruvo e Complimenti alla squadra!!!{jcomments on}

 

Le foto dell’incontro

224
0

Post Correlati

Lascia una Risposta

Categorie

Spot Proloco Ruvo

Archivi

Le nostre Nuove Storie