SupeRUFRIA: 1-4 in casa del Virtus Bella e la corsa al primato continua

A.S.D. VIRTUS BELLA CALCIO
1) Cristiano Antonio, 5) Pagliuca Felice, 6) Troiano Michele, 7) Gliubizzi Antonio, 11) Scarigni PIo, 17) Leone Giovanni-Cap., 23) Zanfino Battista, 77) Cavallo Alessio-V. Cap., 99) Restaino Antonio

A.S.D. RUFRIA 2018
19) Buonomo Mirko, 1) Mira Nicola, 5) Metallo Nicola, 6) Lanza Valentino, 8) Ricci Alessandro, 9) Scura Sebastian, 10) Tita Michele, 11) Rubino Marco, 13) Grieco Giovanni- Cap., 14) Guerra Francesco, 17) Mira Raffaele- V. Cap., 18) Radice Gino – Allenatore Lorusso Damiano Cosimo

Marcatori: 1° tempo (0-0) – 2° tempo, 3° e 10° Ricci A. (Ruvo), 11° Radice G. (Ruvo), 19° Tita M. (Ruvo), 28° Cavallo A.(Bella)

Arbitro: sig. Gaetano Caivano sezione di Potenza

Le squadre


A.S.D. Rufria

 


A.S.D. Virtus Bella Calcio

 

Bella 19 gennaio 2019

Il Rufria si sblocca anche in trasferta ed espugna il campo dell’ostico Virtus Bella, evita il sorpasso e si porta a +5 dall’ex trio delle seconde, Nova Castelgrande, Virtus Bella e Savoia, al quale non riesce lo sgambetto alla capolista Veteres che guida la classifica con tre punti in più del Rufria.

Il Rufria scende in campo con il quintetto, Grieco, Ricci, Lanza, Radice ed in porta Buonomo, che torna a prendersi la maglia da titolare, indisponibile il capitano Colangelo che ne avrà per almeno tre settimane, il Virtus Bella si oppone con Cristiano in porta, Leone, Zanfino, Cavallo e Pagliuca; la parola d’ordine ormai da qualche settimana è “PAZIENZA”, infatti il Ruvo non cerca con ossessione la marcatura ma con una fitta rete di passaggi sfianca l’avversario e lo colpisce al momento giusto senza lasciargli scampo.

Il primo tempo scivola via con la nostra ad avere il costante pallino del gioco, un paio di pali e le parate di Cristiano tengono a galla il Virtus Bella che addirittura sciupa il gol del vantaggio a tre minuti dalla fine della prima frazione di gioco con i due avanti soli davanti a Buonono che ostacolano a vicenda, sarebbe stata una beffa atroce; l’episodio che corre sottolineare, al di la del punteggio finale, avviene al 29 del primo tempo, il nostro piccolo e scattacante attacante, appena entrato, Tita M. viene duramente colpito dalla difesa avversaria e resta a terra, il Rufria prende palla e si presenta con tre attaccanti soli davanti a Cavallo, la palla è a Ricci che, nonstante una rete ormai fatta, si ferma e mette la palla fuori per consentire a Tita di rialzarsi, badate bene a terra c’era un proprio giocatore, a questo punto anche gli avversari non hanno potuto che applaudire al gesto di fair play del nostro tuttofare Ricci, ancora una volta il migliore in campo e, soprattutto, campione di sportività.

Il primo tempo vola via su un inusuale 0-0, con mister Lorusso che fa ruotare Mira e Tita, dando respiro a Lanza e Radice, invece il Virtus bella non effettua nessum cambio affidandosi al quintetto base e questo lo pagherà a caro prezzo.

Inizia il 2° tempo, è ora di premere sull’acceleratore, approfittando della stanchezza del Virtus e la messa a punto di qualche dettaglio da parte di mister Lorusso, il Rufria vola: al 3° ed al 10°, Ricci, prima approfittando di una distrazione della difesa beffandola con una puntata dalla destra e, dopo, con una punizione maligna, mette in ghiaccio il risultato che prende la giusta forma all’11° con la rete di Radice e al 19° con Tita su un tiro-rimpallo che beffa Cristiano, il migliore dei suoi.

Si va verso il finale, il Rufria trova il modo di sbagliare ben tre tiri liberi (Grieco, Ricci e Scura) e farsi beffare allo scadere con un tiro di Cavallo dalla destra, dopo una distrazione, perdonata, di Grieco; nel finale gloria anche per Metallo e Scura: 4-1 e tutti sotto la doccia.

Il Rufria è stato padrone della gara è non ha dato scampo agli avversari che, nonostante un primo tempo tenace, hanno evitato un passivo molto più ampio grazie al loro portiere, ora sabato prossimo un’altra ostica trasferta a Savoia, in caso di poker di vittorie il campionato dovrebbe rimanere una corsa a due, Veteres, che non da segni di cedimenti, e Rufria, stiamo a vedere.

Partita corretta, anche se a tratti i padroni di casa, per sopperire alle carenze tecniche e fisiche, l’anno messa sulla grinta, sfociando, a volte, in entrate dure molto al limite del regolamento; sufficiente la direzione del sig. Caivano.

BRAVI RAGAZZI, OTTIMA PROVA DI MATURITA’.

Ricordiamo che per i risultati della caterogira su “TUTTOCAMPO” clicca qui.

 

GALLERIA FOTOGRAFICA

296
0

Post Correlati

Categorie

Spot Proloco Ruvo

Archivi

Le nostre Nuove Storie