Savoia – Rufria 7-8, campionato di calcio a 5 serie D: il Rufria cala il poker e sente profumo di primato

A.S.D. SAVOIA
22) Loisi Dino – Cap., 3) Marino Michele, 4) Ricciardi Antonio, 5) Mancini Dario, 6) Brancati Gianluca, 7) Rendina Gerardo, 8) Salvatore Rocco, 9) Mancino Gerardo – V. Cap., 10) Agoglia Pietro, 11) Mancino Mattia, 12) Covucci Antonello

A.S.D. RUFRIA 2018
19) Buonomo Mirko, 1) Mira Nicola, 5) Metallo Nicola, 6) Lanza Valentino, 8) Ricci Alessandro, 9) Scura Sebastian, 10) Tita Michele, 11) Rubino Marco, 13) Grieco Giovanni – Cap., 14) Guerra Francesco, 17) Mira Raffaele- V. Cap., 18) Radice Gino – Allenatore Lorusso Damiano Cosimo

Marcatori: 1° tempo (5-5) 8° Scura (Ruvo), 9° Lanza (Ruvo), 10 e 12° Scura (Ruvo), 15° Mancino G. (Savoia), 23° Mancino D. (Savoia), 24° Mira R. (Ruvo) 25°, 26° e 28° Mancino G. (Savoia) – 2° tempo, 8° Ricci A. (Ruvo), 11° Brancati G. (Savoia), 20° Ricci A. (Ruvo), 27° Radice (Ruvo) 31° Mancino M. (Savoia)

Arbitro: sig. Fasulo sezione di Potenza

Le due squadre

 

Satriano 02 febbraio 2019

Il Ruvo cala il poker, quarta vittoria di fila, seconda in trasferta, ed aggancio al primo posto in attesa del derby di domenica tra Vietri P2 e Veteres; l’ultimo stop del Ruvo proprio a Satriano (4-3) il lontano 15 dicembre.

ln una sola partita abbiamo visto tutti i volti del Rufria, bello ed inguardabile, audace e pauroso, deciso ed arrendevole, sfortunato e caparbio, in una partita ad alta tensione fatta propria in un finale non adatto per i deboli dei cuori.

Al contrario delle altre partite il Rufria parte fortissimo ed in 12 minuti si porta sullo 0-4, trame di gioco perfette, pressing asfissiante, con il Savoia imbambolato ed incapace di imbastire un’azione degna di nota, spettatore incantato davanti alla furia ospite, tre reti del giovane e scatenato Scura ed una di Lanza sembrano mettere la partita al sicuro.

Nel Savoia entra Mancino Gerardo e tutto cambia, complice il Rufria che pensava di aver già vinto la partita, Loisi in versione Yashin, ed una serie infinita di pali e traverse, alla fine se ne conteranno ben sei, e non è un caso che il centravanti del Savoia ed il suo portiere risulteranno i migliori in campo.

Andiamo per ordine, al 15° Mancino G. accorcia le distanze per il Savoia, al 23° e Mancino D. a centrare l’incrocio destro di Buonono, passa un minuto e Mira R. porta il Rufria sul 5-2, ma dal 25° al 28° la scure di Mancino G. si abbatte sul Rufria che incredibilmente si fa raggiungere sul 5-5; il Rufria vede le streghe ed accusa visibilmente il colpo, nel dubbio che la dea bendate avesse voltato le spalle, con il pallone respinto più volte da Loisi e dai pali con azioni incredibilmente non finalizzate per un soffio.

Nella spogliatoio mister Lorusso, stranamente, non fa la voce grossa ma invita i suoi a ragionare tranquillizzandoli partendo dal pressing che negli ultimi tempi ha fatto la fortuna della sua squadra; tutto questo sembra non aver sortito nulla, infatti al primo minuto il solito Mancino G. si presenta solo davanti a Buonomo, tutto sembra servito per il clamoroso sorpasso ma Buonomo compie un miracolo deviando di piede il tiro dell’avanti, in realtà forse l’unica parata degna di nota dell’intero incontro per il portiere ospite, che comunque ha il merito di aver evitato la rete facendo sprofondare nell’incertezza l’intera squadra.

A questo punto il Rufria, come morso da una tarantola, ricomincia a giocare, Ricci all’8° ruba un pallone a centrocampo avanza e fulmina l’incolpevole Loisi, 5-6, ancora un palo, un salvataggio sulla linea del Savoia, e tre minuti più tardi il nuovo pareggio del Savoia con Brancati, questa volta però il Rufria non si abbatte, anzi chiude tutti gli spazi e con santa pazienza si ributta in avanti senza frenesia affidandosi alle trame di gioco, il frutto al 20° ancora con Ricci e con Radice al 27°, il Rufria avanti di due reti, come al solito si rilassa e consente al Savoia di accorciare proprio sul filo di lana al 2° dei due minuti di recupero concessi dall’arbitro Fasulo, buona la sua direzione di gara.

Partita correttissima, vinta meritatamente dal Rufria, con un buon Savoia al quale va dato atto di non aver mai mollato; i ragazzi del Rufria hanno tutti ruotati ad eccezione dei soli Mira N., Metallo N. e Rubino M., per loro sicuramente ci sarà spazio in futuro.

MERCOLEDI’ ALLE ORE 20.30 INCONTRO CASALINGO CONTRO IL VIETRI P2: VINCERE PER CONTINUARE IL SOGNO.

Ricordiamo che per i risultati della caterogira su “TUTTOCAMPO” clicca qui.

Galleria fotografica

252
0

Post Correlati

Categorie

Spot Proloco Ruvo

Archivi

Le nostre Nuove Storie