Rufria 2018 – Statt 2-7: il Ruvo parte col piede sbagliato e perde in casa dopo un anno

A.S.D. RUFRIA 2018
S.N.) Buonomo Mirko – V. Cap., 1) Tomasulo Vincenzo, 5) Grieco Giovanni, 6) Mollica Francesco, 7) Perfetto Ferdinando, 8) Mira Raffaele – Cap., 9) Scura Sebastian, 10) Tita Michele, 14) Sanneh Mamudu 17) Vodola Daniele

A.S.D. STATT
1) Coviello Gianluca , 12) Latorre Francesco, 2) Carella Rocco, 3) Galasso Donato, 5) Greco Leonardo, 6) De Felice Mirko, 7) De Felice Juri – Cap., 8) Laurino Antonio, 9) Cerullo Giampiero, 11) Bilancia Gerardo – V. Cap.

Marcatori: 1° tempo (0-4) 10° e 14° Cerullo G. (Statt), 20° Bilancia G. (Statt), 25° Greco L (Statt) – 2° tempo (2-3): 2° Cerullo G. (Statt), 6° De Felice J. (Statt), 13° (Statt), 16° TIta M. (Rufria), 30° Scura S. (Rufria)

Arbitro sig. Traficante della sezione di Venosa

A.S.D. Rufria 2018
A.S.D. Statt

Il Rufria 2018 stecca alla prima e per la prima volta perde in casa, dopo un anno, in questo campionato di serie D di calcio a 5 che si preannuncia avvincente.

Al di là dell’ampio punteggio, il Rufria non ha demeritato, anche se la vittoria dei Potentini è del tutto meritata, la differenza l’ha fatta la maggiore precisione in fase conclusiva.

Il Rufria ampiamente rimaneggiato rispetto alla scorsa stagione, con tantissime assenze, alcune irrinuncialbili, che portarono la compagine ruvese a sfiorare la vittoria nello scorso campionato; ma non è il caso di lasciare spazio all’amarcord, la realtà di quest’anno è ben altra cosa.

Fase di studio a centrocampo con squadre che visibilmente si temono, il tempo scorre ed ad aprire le danze ci pensa la squadra ospite che, dopo aver preso una traversa, cala il tris in dieci minuti, una doppietta di Cerullo e la rete di Bilancia spostano l’equilibrio della partita.

Il Rufria ha la forza di non abbattersi e ha la possibilità di rimettere in gioco la partita, ma il rigore di Tita, da lui stesso procurato, viene splendidamente parato da Latorre, adesso sì che il Ruvo accusa il colpo e si fa trafiggere in contropiede per la quarta volta da Greco L.: si va al riposo sullo 0-4.

Nella ripresa il Rufria tenta il tutto per tutto, ma, nonostante ci metta tanta volontà, le ripetute conclusione si infrangono sull’estremo difensore o finiscono fuori bersaglio; a tanta imprecisione del Rufria corrisponde altrettanta cinicità dello Statt che nel giro di tredici minuti, sempre in contropiede, porta il risultato sullo 0-7.

A questo punto, entra il fabbro in campo e raddrizza i piedi dei locali, che nel finale riescono a rendere meno amara la pillola della sconfitta ed accorciano con due reti, la prima di Tita e la seconda di Scura.

Ben poco altro da aggiungere se non di raccomandare ai nostri di non abbattersi, il campionato è ancora lungo e qualche soddisfazione senz’altro ce la toglieremo.

BUON CAMPIONATO A TUTTI

COMUNICATO STAMPA DELL’ASD RUFRIA 2019

In qualità di addetto stampa e portavoce della Società sportiva ASD RUFRIA 2018, di cui sono co-fondatore, porgo il saluto del sodalizio al pubblico, che ci onora sugli spalti, e all’Amministrazione comunale, qui rappresentata dal sindaco, arch. Michele Metallo, e dall’assessore alla cultura e sport, geom. Raffaele Mira ( valente calciatore ed attivissimo dirigente della nostra squadra) che collabora fattivamente, consentendoci l’utilizzo delle strutture sportive comunali atte all’esercizio delle attività agonistiche.
Era giusto un anno fa, quando, sollecitati dal “vulcanico” presidente Giuseppe Antonio Fasano, riprendemmo le attività dopo circa sei anni di oblio, fondando ex novo l’ASD RUFRIA 2018. Una denominazione che ci ha portato fortuna, alla luce del 2° posto finale, conseguito al termine di un “Campionato di serie D” tiratissimo, con frequenti colpi di scena, che ci hanno visti protagonisti di primo piano nell’arco di tutta la competizione, tanto da risultare pro tempore appaiati al 1° posto con il fortissimo Veteres di Vietri di Potenza: la squadra che alla fine ha vinto il nostro girone.
Quest’anno, purtroppo, con nostro sommo dispiacere, le cose sono inopinatamente cambiate. Infatti, per cause indipendenti dalla nostra volontà, è andato via il coach ufficiale, Cosimo Damiano Lorusso, e, per motivi vari, sono venuti meno nella disponibilità alcuni elementi cardine che, comunque, ringraziamo per l’attaccamento alla nostra maglia dimostrato in campo. Ringraziamo altresì il dr. Dino Scelsi, per l’ottima preparazione atletica fornita all’inizio della fase pre-campionato, e il dr. Giovanni Grieco, dirigente e giocatore di esperienza, che ne ha raccolto il compito.
Il club, nel frattempo, si è adoperato senza risparmio di energie per colmare il vuoto lasciato, per cause di forza maggiore, da calciatori di un certo spessore non solo tecnico come Alessandro Ricci, Antonio Colangelo, Michele Tita, Gino Radice et al. Non sappiamo se ci siamo riusciti: ce lo diranno sul campo i sostituti, sui quali cade la pesante eredità; certo è che, grazie al contributo economico gentilmente offerto dall’impresa edile Grieco Donato Giovanni, di Rionero in Vulture, e dalla società C & P di Francesco Cupparo, ditta specializzata nella produzione di prefabbricati e precompressi, di Francavilla in Sinni, l’avventura iniziata l’anno scorso può, fortunatamente, continuare.
Il barone De Coubertain diceva che: << L’importante non è vincere, ma partecipare>>. Siamo d’accordo! Ma non mettiamo limiti alla Provvidenza!
Ruvo del Monte, 23 novembre 2019
Il dirigente ufficiale
Prof. Domenico Calderone

237
0

Post Correlati

Categorie

Spot Proloco Ruvo

Archivi

Le nostre Nuove Storie