La popolazione ruvese in apprensione per Don Gerardo

Don Gerardo a centro durante la processione in onore di San Donato

La popolazione è in apprensione per la salute di Don Gerardo che ha vissuto una due giorni davvero tribolata.

Il tutto ha inizio Domenica mattina (24 novembre), quando Don Gerardo non si presenta a celebrare la messa delle 9.00 presso il centro anziani: numerose le chiamate sia in canonica che sul cellurare, ma nessuna risposta.

Si tenta di entrare in canonica, residenza del parroco, ma la porta è sbarrata dall’interno, le chiamate sul cellulare fanno intuire che lui è li, nella canonica, si sentono gli squilli.

Si rende necessario chiamare i pompieri che rompono la finestra al piano primo ed entrano in casa trovando Don Gerardo riverso per terra ma cosciente: dirà che non riusciva ad alzarsi.

Doveroso, a questo punto, il ricovero in ospedale, dalla quale sarà dimesso in serata.

L’episodio, purtroppo, si ripete anche nella giornata di lunedì 25, quindi nuovo ricovero con il 118 all’ospedale di Melfi, dove Don Gerardo è ricoverato attualmente, sembra in buone condizioni perchè risponde anche a telefono; questa volta i medici sembrano più prudenti e lo trattengono ancora per una più approfondita diagnosi.

La popolazione ruvese tutta, che si stringe intorno al suo parroco, augura a Don Gerardo una rapida guarigione ed un pieno ritorno nelle sue funzioni.

170
0

Post Correlati

Categorie

Instagram

Spot Proloco Ruvo

Archivi

Le nostre Nuove Storie

11
11
11
11
11
11
11
11
11