Che Natale è senza una bella tombolata

Il Natale è trascorrere serate con i familiari, con gli amici, magari, e perchè no, giocando a tombola.

Si dice che la tombola sia nata come alternativa casalinga al gioco del lotto; come si fa a non pensare subito alla smorfia napoletana quando ogni uscita di numero viene accompagnata da un simbolo o da una figura e con testi in rima; come non ricordare: 90 (a paur), 48 (o murt che parl), 29 (o’ pat re creatur), 1 (l’Italia), 22 (o’ pazz), 30 (e’ pall ro tenent) e così via.

Anche Ruvo non sfugge alla tradizione e, grazie all’ANSPI, la tombolata riesce a tenere uniti piccoli e grandi, figli e mamme, nonni e nipoti, insomma ditemi se c’è un gioco più popolare di una sana ed allegra tombolata da vivere con gli affetti più cari.

Chi vorrà si potrà aggregare alla compagnia sino alla fine delle festività con il sogno di gridare “TOMBOLAAAAA”, non tanto per il premio ma per la soddisfazione, e poi pensar tra se e se: ora si che è Natale.

GALLERIA FOTOGRAFIA
Una tombolata nel circolo ANSPI

364
0

Post Correlati

Categorie

Spot Proloco Ruvo

Archivi

Le nostre Nuove Storie